N/A portafoto N/A N/A N/A

Carta artigianale e riciclata

Riciclata, fatta a mano, con inserti di fiori o creata a partire da erbe e piante come il gelso: la carta artigianale va oltre il modesto foglio bianco per diventare un'arte a sé, utilizzando materiali raccolti dalla natura o riciclando la carta usata e gli stracci.

La carta di gelso, ad esempio, è morbida, lucente e delicata proprio come la seta, infatti, come il prezioso tessuto, deriva dalla pianta del gelso. Dalla corteccia di questa pianta si possono ricavare fibre morbide e resistenti che lavorate a mano danno vita a prodotti originali, ecologici, colorati con tinte atossiche, a basso impatto ambientale e conformi alle normative europee. A tramandarsi la conoscenza di una simile delicata lavorazione sono alcuni gruppi di artigiani tailandesi, coordinati dalla organizzazione di commercio equo locale TDC e da un centro di servizio creato dalla pubblica amministrazione della Municipalità di Tonpao. Alla bellezza del progetto si unisce la sostenibilità: infatti la produzione in saa paper (carta di gelso) è realizzata all’interno del Programme – Component Eco-efficiency, ha lo scopo di ridurre l’impatto ambientale di diversi tipi di produzione attraverso lo sfruttamento più razionale delle risorse, la conversione a metodi produttivi più ecologici e la ricerca di mercato. Il progetto è realizzato in collaborazione con GTZ , un’istituzione della cooperazione pubblica tedesca.

I prodotti Promoetica in carta di gelso:

quaderni, rubriche, cornici, portacd, cartelline, segnalibri

La carta riciclata ha forse una origine meno nobile, ma è ugualmente molto preziosa: basandosi sulla tecnica del riciclaggio della materia prima (carta, cartone) consente di ridurre il taglio di alberi. Basti pensare che per produrre una tonnellata di carta dalla cellulosa vergine sono necessari almeno 15 alberi. Riutilizzando i materiali cartacei di scarto si riduce anche la quantità dei rifiuti destinati alla discarica e all'incenerimento. Il processo produttivo della carta riciclata è simile a quello della carta normale ad eccezione per la fase iniziale. Mentre nel primo caso deve essere preparato un impasto dalla cellulosa, nel processo produttivo della carta riciclata è, invece, importante eliminare dalla carta da macero i residui di altri materiali (metalli, inchiostro, plastica, colla ecc.). Per fare questo la carta da macero viene filtrata attraverso macchinari epuratori. Una delle fasi del processo di epurazione della carta da macero è la "disinchiostrazione" tramite il quale viene eliminato l'inchiostro stampato sulla carta. Il processo di rilavorazione della carta da macero produce dei fanghi (acqua di scarico) e residui di lavorazione, i quali possono essere utilizzati come materie prime nell'industria dei laterizi (es. coperture stradali) e dell'edilizia. Al termine delle procedure di epurazione si ottiene una pasta da carta (prodotto semilavorato) che può essere utilizzata nel normale processo di produzione della carta, al pari della pasta da carta preparata dal legno vergine. Da questo momento in poi il processo produttivo della produzione della carta riciclata è il medesimo della carta normale e permette gli stessi utilizzi di quest’ultima, ma con minore impatto ambientale.

I prodotti Promoetica in carta riciclata:
quaderni e agende

Come personalizzare i prodotti in carta artigianale e riciclata:
serigrafia su carta artigianale;
stampa offset su copertina e pagine interne;
cartoncino dedicato applicato al prodotto

Carta artigianale e riciclata

Riciclata, fatta a mano, con inserti di fiori o creata a partire da erbe e piante come il gelso: la carta artigianale va oltre il modesto foglio bianco per diventare un'arte a sé, utilizzando materiali raccolti dalla natura o riciclando la carta usata e gli stracci.

La carta di gelso, ad esempio, è morbida, lucente e delicata proprio come la seta, infatti, come il prezioso tessuto, deriva dalla pianta del gelso. Dalla corteccia di questa pianta si possono ricavare fibre morbide e resistenti che lavorate a mano danno vita a prodotti originali, ecologici, colorati con tinte atossiche, a basso impatto ambientale e conformi alle normative europee. A tramandarsi la conoscenza di una simile delicata lavorazione sono alcuni gruppi di artigiani tailandesi, coordinati dalla organizzazione di commercio equo locale TDC e da un centro di servizio creato dalla pubblica amministrazione della Municipalità di Tonpao. Alla bellezza del progetto si unisce la sostenibilità: infatti la produzione in saa paper (carta di gelso) è realizzata all’interno del Programme – Component Eco-efficiency, ha lo scopo di ridurre l’impatto ambientale di diversi tipi di produzione attraverso lo sfruttamento più razionale delle risorse, la conversione a metodi produttivi più ecologici e la ricerca di mercato. Il progetto è realizzato in collaborazione con GTZ , un’istituzione della cooperazione pubblica tedesca.

I prodotti Promoetica in carta di gelso:

quaderni, rubriche, cornici, portacd, cartelline, segnalibri

La carta riciclata ha forse una origine meno nobile, ma è ugualmente molto preziosa: basandosi sulla tecnica del riciclaggio della materia prima (carta, cartone) consente di ridurre il taglio di alberi. Basti pensare che per produrre una tonnellata di carta dalla cellulosa vergine sono necessari almeno 15 alberi. Riutilizzando i materiali cartacei di scarto si riduce anche la quantità dei rifiuti destinati alla discarica e all'incenerimento. Il processo produttivo della carta riciclata è simile a quello della carta normale ad eccezione per la fase iniziale. Mentre nel primo caso deve essere preparato un impasto dalla cellulosa, nel processo produttivo della carta riciclata è, invece, importante eliminare dalla carta da macero i residui di altri materiali (metalli, inchiostro, plastica, colla ecc.). Per fare questo la carta da macero viene filtrata attraverso macchinari epuratori. Una delle fasi del processo di epurazione della carta da macero è la "disinchiostrazione" tramite il quale viene eliminato l'inchiostro stampato sulla carta. Il processo di rilavorazione della carta da macero produce dei fanghi (acqua di scarico) e residui di lavorazione, i quali possono essere utilizzati come materie prime nell'industria dei laterizi (es. coperture stradali) e dell'edilizia. Al termine delle procedure di epurazione si ottiene una pasta da carta (prodotto semilavorato) che può essere utilizzata nel normale processo di produzione della carta, al pari della pasta da carta preparata dal legno vergine. Da questo momento in poi il processo produttivo della produzione della carta riciclata è il medesimo della carta normale e permette gli stessi utilizzi di quest’ultima, ma con minore impatto ambientale.

I prodotti Promoetica in carta riciclata:
quaderni e agende

Come personalizzare i prodotti in carta artigianale e riciclata:
serigrafia su carta artigianale;
stampa offset su copertina e pagine interne;
cartoncino dedicato applicato al prodotto